Daniele Digiuni

 

Nato a Milano il 9 Giugno 1953 frequenta, per necessità economiche famigliari, l’Istituto Tecnico Industriale – “per avere in mano un diploma” si diceva, ma con un senso estetico il cui corso naturale sarebbe stato il liceo artistico. Riesce comunque ad iscriversi al Politecnico di Milano, laureandosi in Architettura dopo 5 anni di passione per il design e tecnica delle costruzioni. Svolge il servizio militare a Bologna e, avendo tempo, contatta ditte di arredamento proponendo oggetti di arredamento in stile militare, ottenendo qualche commessa per lampade e oggettistica varia di design moderno.

La famiglia, il lavoro, costantemente rinviano l’innata passione per l’arte, in particolare per la pittura materica acrilico con un linguaggio tra astrattismo e action painting; solo in questi ultimi anni, in forma autodidatta, ha il tempo per dedicarsi alla sua passione di esternare i propri sentimenti su di una tela bianca, esprimendo una propria valutazione della realtà, accostandola a una dimensione onirica presente in ogni persona.

Diverse partecipazioni ad esposizioni, anche collettive, a carattere locale e dilettantistico, hanno sempre avuto un riscontro positivo.